Leggende..

Si narra che il primogenito del Conte Carafa di Ferrazzano (1300 c.a.) si fidanzò con la figlia di un alto funzionario del Regno di Napoli, di origine spagnola. Quest’ultimo pretese che al banchetto di nozze fosse servito un vino fatto arrivare per l’occasione dalla sua nazione d’origine. La bevanda ottenne unanime apprezzamento da parte di tutti i commensali. Poco dopo la giovane sposa spirò e il marito decise di mettere a dimora, proprio in ricordo dell’amata, filari di viti per la produzione di quel vino che aveva coronato la loro unione.